L’importanza di recuperare tutte le materie prime pregiate contenute nei rifiuti indifferenziati ci ha spinto a pensare ad un’attività che possa valorizzare il rifiuto con l’obbiettivo di favorire il riuso ed il riutilizzo delle materie prime (metalli, vetro, carta, legno, plastica, etc.).

Ad esempio, la fase di selezione della plastica ha una grande importanza: nell’ambito degli imballaggi, quelli in plastica registrano da anni il maggior tasso di crescita e sviluppo, ma presentano maggiori difficoltà per l’effettivo riciclo, trattandosi non di un unico materiale, ma di una vasta gamma di sostanza sintetiche di diversa natura e composizione accoppiate tra loro.

Per poter essere recuperate devono quindi essere attentamente suddivise in categorie omogenee, per ognuna delle quali esiste un preciso processo di riciclo e lavorazione industriale.

Dal processo di selezione si ottengono diverse tipologie omogenee di semilavorati, che devono rispondere a severe specifiche qualitative e che, pur essendo considerati ancora rifiuti e quindi regolati dalla relativa disciplina, sono pronti per essere indirizzati alla fase di recupero.

Impianto Selezione 1    IMG_1609